Geofisica Misure s.n.c.


Geophysical surveys and monitoring of land and artifacts.

Misure di Resistività Termica

Le misure di resistività termica nei terreni sono realizzate al fine di valutare quali sono le caratteristiche di conduzione del calore. Il parametro specifico è la resistività termica o il suo inverso, chiamato conducibilità termica.

Il dato è molto utile nella progettazione di cavidotti interrati, al fine di valutare le temperature indotte all’interno dei conduttori o per valutare la dispersione di calore nelle tubazioni degli impianti geotermici.

Il metodo di misurazione si basa sulla tecnica del cosiddetto sensore non stazionario, che utilizza una sonda (chiamata anche ago termico), il quale incorpora sia un filo di riscaldamento, che un sensore di temperatura. La sonda viene inserita nel terreno, dalla sua risposta ad un ciclo di riscaldamento per alcuni minuti è possibile calcolare la resistività termica (o il suo inverso, la conducibilità).

Il principio della misura si basa su una caratteristica peculiare di una sorgente di calore rettilinea (il filo di riscaldamento della sonda): dopo un breve periodo transitorio, l’aumento di temperatura dipende solo dalla potenza di riscaldamento e dalla conducibilità termica del mezzo. Nota la prima è quindi possibile calcolare la seconda.